Più salici per Bottega Intreccio, Mogliano

Intreccio di vedute

Attraverso il progetto Amicambiente, Adriatica Oli ha deciso di supportare una bella realtà imprenditoriale del territorio, di piccole dimensioni ma di grandi vedute.

Si chiama Bottega Intreccio e crediamo fortemente in ciò che fa. Bottega Intreccio è un atelier diffuso di complementi d’arredo e accessori moda in rattan, giunco e midollino. La sua storia ha inizio nel 2014 a Mogliano, nelle Marche, ma raccoglie l’eredità di una tradizione artigianale ben più antica che affonda le radici in epoca rinascimentale.

Cosa ci piace così tanto di questa realtà imprenditoriale e perché abbiamo deciso di supportarla? Perché tiene insieme passato e presente in una continuità virtuosa sia a livello culturale che formativo ed economico-produttivo. Inoltre, ha saputo fondere l’esperienza pluridecennale di maestri artigiani con l’ambizione e l’energia di giovani apprendisti, a nostro avviso un modello di business da prendere a esempio.

Recentemente Bottega Intreccio ha introdotto tra le proprie materie prime i rami di salice, una pianta autoctona che prospera lungo i fiumi e le rive di laghi e stagni. Un tempo i salici erano molto diffusi nelle nostre aree rurali e i loro rami venivano utilizzati per legare le viti, fare intrecci con cui sostenere il bordo dei fossi e realizzare ceste per gli usi più svariati. Ora purtroppo è sempre più raro vederne nelle nostre campagne.

Da qui l’idea di attivare un progetto di moltiplicazione in serra e piantumazione di salici arbustivi, nel quale abbiamo voluto coinvolgere gli studenti dell’Istituto di istruzione superiore “Giuseppe Garibaldi” di Macerata, diretti dal docente referente prof.  Marcello Zamputi. Il progetto prevede essenzialmente due interventi: il primo consiste nella propagazione per talea di diverse specie di salici arbustivi in serra; il secondo riguarda le operazioni di ripicchettatura in vaso e piantumazione in piena terra, che verrà eseguita nel periodo autunnale. La prima fase si è già conclusa e presto si procederà con la seconda.

Attraverso questo progetto, intendiamo contribuire concretamente alla creazione di uno scrigno di piante madri dalle quali in futuro potranno essere prelevate delle talee per ulteriori moltiplicazioni. Inoltre, i rami dei salici adulti diventeranno materia prima preziosa e a km zero per atelier artigianali d’eccellenza che sapranno trasformarli in pezzi di artigianato unici

I ristoranti che hanno contribuito a creare il bosco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su